Weebly è la vera alternativa a WordPress?

Weebly è un’alternativa a WordPress, capace di mettere online i nostri progetti senza difficoltà, Scopriamo come si usa e in cosa differisce da WordPress

Parliamo spesso di WordPress sulle nostre pagine, ma non possiamo di certo chiudere gli occhi su alcuni concorrenti agguerriti che iniziano a far parlare di sé così tanto da incutere timore alla stessa Automattic, l’azienda che ha dato vita a WordPress.

Fra questi, il più temibile sembra essere Weebly, un servizio comparabile con WordPress e sotto alcuni aspetti anche migliore, che ci permette in pochi clic di realizzare un sito Web per il nostro business o un blog per i nostri pensieri, senza alcun tipo di conoscenza informatica.

Il successo di Weebly si misura con numeri che parlano chiaro: 20 milioni di persone al mondo lo usano, 175 milioni di visitatori ogni mese soprattutto fuori USA e 12 lingue supportate.

Cifre impressionanti, che per quanto non sia equiparabili con quelle di WordPress, comunque fanno sperare che il noto CMS possa avere presto un concorrente al suo pari.

Weebly inoltre fa parlare di sé anche per altre cifre, che questa volta riguardano il mondo della finanza. Recentemente, il concorrente di WordPress ha concluso un affare milionario, raccogliendo oltre 35 milioni di dollari in fondi provenienti da alcune società di venture capital, come Sequoia Capital e la cinese Trecent Holding Ltd, considerata una della big Internet nel paese della Grande Muraglia.

Questo finanziamento permetterà a Weebly di investire ulteriori risorse nella sua crescita, aumentando i budget dei reparti di ricerca&sviluppo e di promozione dell’applicativo.

Come Weebly si distingue da WordPress

Da come si può notare girovagando sul sito di Weebly, la piattaforma sembra quasi una versione migliorata di WordPress, dotata però di una connotazione fortemente personalizzata e distintiva.

Prima di tutto Weebly è sinonimo di mobilità: la piattaforma è già disponibile con un app su iOS e Android. Inoltre, garantisce senza ulteriori interventi la migliore navigabilità mobile del sito che stiamo creando, indipendentemente se visualizzato da tablet, smartphone o computer. I temi messi a disposizione da Weebly sono già responsive e dinamici e, quando creiamo un sito con Weebly, in realtà stiamo creando una soluzione unica visitabile da qualsiasi dispositivo con qualsiasi schermo.

Con il builder messo a disposizione possiamo costruire il nostro sito o blog semplicemente utilizzando il mouse, trascinando contenuti, immagini, video e quant’altro con un semplice drag&drop, funzione che WordPress ha implementato solo di recente nel suo editor.

Weebly è la vera alternativa a WordPress?

Possiamo poi implementare un e-commerce in pochi clic o un blog a seconda delle nostre esigenze e da ogni pagina possiamo raccogliere dati con gli appositi moduli pronti all’uso e installabili nella pagine sempre tramite trascinamento.

Weebly si presenta con tutte quelle funzionalità che ormai sono necessarie in un qualsiasi sito Web e che in WordPress sono implementabili utilizzando solo appositi plugin e add-on.

Weebly e i casi di successo

Weebly si presenta poi con uno stuolo di casi di successo, capaci di ispirarci per trasformare le nostre passioni in un progetto imprenditoriale: così il fondatore di Thewhiskeyball.com, ora vende oltre 10.000 cubetti di ghiaccio per il whiskey al mese in tre paesi diversi e l’ideatore di Doublekicksauce.com, fornisce la sua salsa chili in 40 stati diversi.

Weebly sembra il giusto punto di partenza per entrepreneurs, proprietari di piccole aziende, consulenti e tutti coloro che cercano un proprio spazio business sul Web senza complicazioni.

  • Matteo Bottin

    A distanza di un anno e mezzo, come sono cambiate le cose? (non sono un esperto ma mi sto avvicinando a questo mondo)

    • internetpost

      Ciao Matteo

      abbiamo sondato un pò il web in cerca di informazioni ed i dati più recenti (metà 2015) dicono questo: WordPress detiene naturalmente la maggioranza delle quote di mercato (circa 60% in relazione al solo settore CMS) mentre Weebly ed affini, pur se in attivo grazie alla vendita dei piani “pro” ed all’advertising, restano notevolmente indietro – come puoi vedere dal seguente link http://w3techs.com/technologies/overview/content_management/all.

      Più in generale: sembra che Weebly stia in parte subendo la spietata concorrenza di Squarespace e Wix.

      I site builder appena citati si rivelano, secondo gli “esperti di mercato”, molto popolari per i progetti poco complessi e/o a breve termine (situazione che determina un costante afflusso di iscritti in grado di generare potenziali entrate con l’advertising ed i piani “pro”) mentre per progetti sul medio o lungo termine, grazie ad una maggiore flessibilità e facilità di aggiornamento, WordPress e co. restano la scelta consigliata.

      • Matteo Bottin

        Ma sbaglio o Weebly è utilizzabile solo con l’omonimo hosting? Perchè io dovrei risviluppare un sito che è già in un hosting da parecchi anni. In questo caso avrei come possibilità solo wordpress, giusto?

        • internetpost

          Esatto, Weebly offre un proprio servizio hosting incluso con il site builder. Nel tuo caso puoi quindi ripartire da zero su Weebly (basandoti sul progetto che hai precedentemente iniziato, sarà tuttavia una procedura “manuale” perchè non ci risulta che si possa importare un sito in Weebly) oppure optare per WordPress.

          • Matteo Bottin

            A sto punto mi toccherà buttarmi su wordpress… Speriamo bene xD

  • Ramona Molea

    devo aprire un blog/ sito personale e sono molto indecisa tra Weebly e Wix, quale mi consiglia?

  • Ramona Molea

    o se mi consiglia altro, ma sempre tutto free

    • internetpost

      Salve Ramona
      provi a dare un’occhiata a Site Generator http://www.hostingsolutions.it/sitegenerator/

      • Ramona Molea

        questi sono a pagamento, io ero orientata su Weebly e Wix ma volevo un parere esperto

        • internetpost

          Salve, si sono a pagamento ma può provarli gratuitamente per 30 giorni senza impegno.

          Per quanto riguarda il quesito: non abbiamo avuto modo di testare tutti i servizi in questione ma facendo riferimento ad uno dei nostri precedenti post direi che può provare ad orientarsi su Wix – ricerche di mercato lo indicano infatti come scelta preferita per progetti a breve/medio termine e non complessi, categoria nella quale rientra un blog o un sito personale.

  • Albert NDOJ

    Ho costruito e attivato il mio sito web con weebly, ma non riesco a trovarlo facilmente con il motore di ricerca… Cosa mi consigliate? Grazie..

    • internetpost

      Probabilmente devi curare meglio l’aspetto SEO del tuo nuovo sito, Weebly avrà sicuramente una sezione dedicata. Considera poi che per i nuovi siti è molto difficile posizionarsi fin da subito nelle prime pagine dei motori di ricerca, quindi non scoraggiarti se non noti subito dei risultati tangibili.