Mercato dei domini: analisi del Q3 2022

News-HS

Dopo pochi mesi dall’ultimo report Verisign sul mercato dei domini nel secondo trimestre del 2022 torniamo a vedere i nuovi dati pubblicati a dicembre dall’azienda statunitense ed inseriti nel rapporto riferito al Q3, periodo che va da luglio a settembre. Partiamo come sempre dalla Domain Base, ovvero dall’intera quantità di domini registrati a livello globale, che in questo trimestre è arrivata a quota 349,9 milioni facendo registrare un calo pari a 1,6 milioni rispetto al Q2 corrispondente allo 0,4% in meno. Rispetto al Q3 del 2021, invece, il dato risulta in aumento di ben 11,5 milioni che corrisponde al 3,4%.

TLD: Top 10

Passando dai TLD .COM e .NET, ovvero le principali estensioni internazionali, essi si trovano adesso ad un totale di 174,2 milioni di registrazioni, dato in calo di 0,2 milioni (-0,1%) rispetto al Q2 ma in aumento di 2,1 milioni rispetto a Q3 dell’anno scorso (+1,2%). Scomponendo il dato, il .COM risulta come sempre l’estensione più “pesante” con 160,9 milioni di registrazioni, mentre il .NET arriva a 13,2 milioni.

Fonte: Verisign

Al secondo posto in classifica troviamo il .CN con 18 milioni di registrazioni, facendo notare anche un calo abbastanza sostanzioso considerando che nello scorso report era arrivato a oltre 20 milioni. Alla terza posizione ritroviamo anche l’estensione tedesca .DE con 17,3 milioni di registrazioni, dato in questo caso stabile rispetto al Q2. Al quinto posto dopo il .NET, del quale abbiamo già parlato, si trova attualmente il .UK del registro britannico, che rimane sempre a 11,1 milioni di utenti e precede l’estensione .ORG, anch’essa stabile con 10,6 milioni di registrazioni.

Scendiamo ancora e ritroviamo l’estensione .NL, stabile con 6,3 milioni di registrazioni seguita dai domini russi .RU sempre a quota 5,7 milioni. Anche su quest’ultima non si segnalano cambiamenti nel numero di registrazioni rispetto al Q2 del 2022. Allo stesso modo, le estenzioni .BR e .XYZ restano alle ultime due posizioni della top10 senza modifiche nel numero di registrazioni, ferme rispettivamente a 5 milioni e 4,2 milioni.

ccTLD: Top 10

Fonte: Verisign

Passando ai ccTLD, ovvero le estensioni riferite agli stati, vediamo che a livello globale sono attualmente registrati 132,4 milioni di domini con quest’ultime, un dato in discesa di 1,7 milioni rispetto al Q2 ma più alto rispetto allo scorso anno di 5,7 milioni. Le prime sei posizioni di questa top10 le abbiamo già viste in quella globale e possiamo vedere che le prime due posizioni sono occupate in modo netto da .CN e .DE, seguiti dal .UK al terzo posto. Tutte le altre estensioni viaggiano su numeri sicuramente più bassi ed al settimo posto possiamo vedere l’estensione australiana .AU che sale di 0,4 milioni di registrazioni guadagnando due posizioni e scalzando il .FR che però sale di 0,1 milioni di registrazioni. Scendiamo alle ultime due posizioni e troviamo il .EU, che scende di due posti con pressoché lo stesso numero di sottoscrizioni e possiamo infine notare, stabile a 3,5 milioni di registrazioni, il “nostro” .IT.

gTLD (o ngTLD): Domain Base e Top 10

Fonte: Verisign

Terminiamo l’analisi del report con la Domain Base e la top10 dei gTLD ovvero le estensioni generiche e di nuova generazione (dette anche ngTLD) e vediamo come esse siano a 27,3 milioni di registrazioni, corrispondenti al 7,8% del totale globale. A differenza dei TLD visti finora, in questo caso il dato è in salita dell’1% rispetto allo scorso trimestre, con un aumento di 0,3 milioni di sottoscrizioni ed il 16% in più rispetto ad un anno fa.

Al primo posto tra i ngTLD troviamo il .XYZ, già presente nella top10 generale, con il 15,3% di registrazioni ma in calo dello 0,4% rispetto al Q2. Al secondo posto c’è sempre il .ONLINE, che a differenza del primo classificato sale dello 0,2% e rimane davanti al .TOP che sale a sua volta dello 0,2%. Al quarto posto salgono i domini .SHOP con il 4,2% di sottoscrizioni superando i .ICU (abbreviazione dell’espressione I See You) che tornano al 3,9% e restano tuttavia sopra ai .SITE, in salita dello 0,1%.

Negli ultimi quattro posti, a posizioni invariate, troviamo invece le estensioni .STORE al 3,1%, che fanno anche segnare un +0,2% rispetto al Q2, .CYOU al 2,8% (-0,1%), .CLUB al 2,5% (-0,4%) e .LIVE stabile al 2,3%.

 

Fonte: 1