Classifica Web Browser: Gennaio-Marzo 2019

 

Browser più popolari

 

Nuovo appuntamento con la classifica dei browser più utilizzati online (clic qui per consultare il precedente approfondimento). Dal 1 marzo 2019 il World Wide Web Consortium sembra aver interrotto l’inserimento dei dati aggiornati nel portale W3Schools.com: salvo cambiamenti, ci affideremo da ora in avanti alle rilevazioni di W3Counter ed alla new entry Statcounter (focus sul mercato italiano).

Browser q1 2019

Market share al 31 marzo 2019. Fonte: W3Counter.

 

In prima posizione troviamo ancora una volta Chrome. Il “ritardo” accumulato dal diretto inseguitore, Safari di Apple, è notevole e non sembra essere colmabile sul medio termine. E’ possibile affermare che fintanto che i device Android deterranno la quasi totalità del mercato (per unità vendute, in quanto a redditività dei singoli device e delle app acquistabili il primato è saldamente in mano ad Apple), Google potrà occupare senza troppi problemi la vetta della top 5.

Per quanto riguarda l’andamento trimestrale, a gennaio 2019 Chrome ha toccato il 64.5% per poi calare al 63.9% (febbraio) e risalire al 65.4% (marzo). L’user base si distribuisce solitamente tra la penultima e l’ultima versione (la 72 è al 33.29% mentre la 73 al 4.54%) ma è interessante notare la presenza di Chrome 63 al 4.21%.

Safari è il browser di casa Apple installato in tutti i device che si appoggiano ad iOS e macOS. Rispetto al q4 2018, Safari ha perso lo 0.7% ma resta saldamente in seconda posizione. Gli utenti iOS/macOS sono molto più attenti ad aggiornare il proprio browser ed è per questo che la versione più recente (v.12 al 9.85%) ha distanziato immediatamente la v.11 (2.11%). Il primo trimestre del 2019, come anticipato alcune righe fa, è iniziato con il segno meno: il browser è passato infatti dal 14.3% (gennaio) fino al 14.1% (febbraio) ed al 13.6% di marzo.

Firefox torna in terza posizione con il 6.3%. La soluzione di Mozilla non ha brillato nel primo trimestre 2019, oscillando tra il 6.3% ed il 6.5 (febbraio): la medaglia di bronzo è sostanzialmente merito del marcato calo accusato dal duo Internet Explorer ed Edge (che c’entri qualcosa il passaggio a Chromium?). La versione più utilizzata dall’user base è la 65 (3.07%) mentre la 64 è uscita dalla top 10 nel mese di gennaio.

A solo lo 0.1% di distanza da Firefox ecco Internet Explorer (IE) ed Edge (6.2%, dato aggregato). Il 2019 è iniziato con un 7% ed è proseguito con un +0.1% (febbraio 2019), non si spiega quindi l’improvviso calo dello 0.8% nel mese di marzo. L’user base di casa Microsoft è invece notevolmente frammentata rispetto a quella degli altri competitor, come suggerisce l’unica versione più utilizzata presente nella top 10 (il sempreverde IE 11 a quota 2.43%).

Chiude la rassegna Opera che non riesce ad abbandonare la coda della top 5. Il 3% di gennaio 2019 è rimasto perlopiù invariato con una marginale crescita (+0.1%) subito “persa per strada” alla fine del primo trimestre.

Market Share nel primo trimestre 2019 (Italia)

Quote di mercato dei browser in Italia (q1 2019)

Fonte: Global Statcounter. Le percentuali trascurabili sono state omesse dal grafico (Android, UC Browser, Other)

Il portale Statcounter conferma per l’Italia buona parte delle rilevazioni globali di W3Counter con una sorpresa, la presenza del browser Samsung Internet (quindi installato su tutti i device della nota azienda coreana) in quarta posizione (3.87% a marzo 2019). Chiudono la classifica IE/Edge (rispettivamente 2.51% e 2.66%) ed Opera (1.03%). Per quanto riguarda la top 3 si ripete infine il trittico Chrome (63.94%) – Safari (17.63%) – Firefox (6.66%).

Fonti: 1, 2.