Introduzione a CodeIgniter: perchè sceglierlo

CodeIgniter è un framework PHP che suddivide la parte logica di un'applicazione dalla parte visuale. Iniziamo a prendere confidenza con il framework

CodeIgniter è un framework PHP che suddivide la parte logica di un’applicazione dalla parte visuale. Iniziamo a prendere confidenza con il framework

Programmare in PHP tramite un framework ha dei vantaggi indiscutibili, in quanto abbiamo l’opportunità di progettare applicazioni e procedure anche complesse, senza scrivere tutto il codice da zero, ma più semplicemente rifacendoci ad alcuni costrutti già pronti messi a disposizione dal framework scelto in fase di avvio.

Fra i tanti framework PHP disponibili, CodeIgniter ha delle prerogative importanti sia per gli esperti sia per i neofiti che si lanciano per la prima volta nella programmazione seria di un’applicazione. Prima di tutto, CodeIgniter sviluppa un approccio che viene sinteticamente indicato con l’acronimo MVC.

Ogni lettera sta a indicare ciascuno dei tre elementi fondamentali che sono alla base di CodeIgniter e della modalità di sviluppo proposta ai programmatori. Nello specifico:

M sta per Model ed è la parte di CodeIgniter che mette a disposizione i metodi per accedere ai dati necessari per il funzionamento dell’applicazione;Introduzione a CodeIgniter: perchè sceglierlo

V sta per View ed è il componente che consente la visualizzazione dei dati forniti dal Model, consentendo così l’interazione fra utenti e applicazione;

C sta per Controller che riceve le istruzioni dell’utente direttamente dalla View e di conseguenza modifica lo stato del componente Model e del componente View stesso sulla base delle esecuzioni programmate dallo sviluppatore.

In pratica, la fortuna di CodeIgniter consiste proprio nella separazione dei dati dalla parte elaborativa e di rappresentazione, permettendo così di isolare la parte logica dell’applicazione che sviluppiamo in PHP tramite il framework dalla parte visuale. Questa suddivisione permette anche una più netta separazione dei ruoli di programmatore e webdesigner.

Oltre all’approccio, CodeIgniter presenta alcuni vantaggi di non poco conto rispetto ad altri framework PHP: ha dimensioni ridotte, garantisce prestazioni elevate, è compatibile con tutte le versioni PHP, è pronto all’uso, non necessita di librerie esterne per l’integrazione delle funzioni addizionali ed è corredato da una documentazione davvero completa.

CodeIgniter, un’installazione di pochi minuti

Come dicevamo, CodeIgniter ha la fortuna di essere un framework PHP subito pronto all’uso e che non richiede particolari interventi di setup per essere immediatamente pronti a dedicarsi allo sviluppo del progetto.

Oltre tutto, il framework è disponibile gratuitamente ed è rilasciato con licenza open source. Per procedere, quindi, non dobbiamo fare altro che collegarci al sito ufficiale del progetto e scaricare l’archivio ZIP del framework cliccando sul pulsante Download. Nel momento in cui scriviamo è disponibile la versione 2.1.4.

Una volta terminato il trasferimento, scompattiamo il pacchetto nella root del Web server o nella cartella del progetto, qualora stessimo lavorando direttamente in locale.

A questo punto, l’unica azione richiesta è la modifica del file config.php che si trova seguendo il percorso system/application/config. Apriamo dunque il file con qualsiasi editor a nostra disposizione e andiamo a modificare l’URL base di CodeIgniter, individuabile a questa riga:

$config[‘base_url’] = “IndirizzoIP//nome_cartella_codeigniter”

Ad esempio, se stiamo lavorando in locale, scriveremo:

$config[‘base_url’] = “http://localhost/codeigniter”

Nel prossimo appuntamento, scopriremo come procedere oltre per iniziare a usare CodeIgniter, eventualmente interfacciandolo con un database.

  • Pingback: CodeIgniter e database: ecco come muovere i primi passi()

  • Carmine

    La EllisLab pare stia cercando un nuovo proprietario per CodeIgniter, e non lo sta trovando gia’ da tempo. Codeigniter non viene più aggiornato e la versione 3.0 è al 95% del suo sviluppo già da tantissimo tempo… Conviene oggi utilizzarlo per nuove webapp ??