E-commerce con WooCommerce: tasse e checkout

Ecco quali sono i passi da seguire in WooCommerce per configurare le imposte e i vari metodi di pagamento come bonifico bancario, contrassegno e PayPal

E-commerce con WooCommerce: tasse e checkout

Riprendiamo dal post precedente e proseguiamo con la configurazione delle impostazioni principali di WooCommerce. Dopo aver visto come configurare il negozio, le unità di misura, il magazzino e tutto ciò che riguarda strettamente i prodotti, vediamo insieme quali parametri impostare per strutturare il processo di vendita.

WooCommerce, configurazione delle imposte

La prima operazione che dovrai compiere per poter vendere online, è quella di configurare le tasse. È necessario, infatti, specificare al sistema come comportarsi riguardo la tassazione dei prodotti.

Dalla pagina WooCommerce/Impostazioni spostati nella scheda Tassa. Nella sezione Opzioni delle imposte, apponendo un segno di spunta ad Abilita imposte e calcoli fiscali, abiliterai la funzione di gestione delle tasse.

Potrai specificare nel campo Prezzi inseriti con imposte, se intendi inserire i prezzi dei prodotti al netto o comprensivi d’IVA. Nel caso intendi scegliere la prima opzione, in Calcolo tassazione riferita a, devi indicare se vuoi che il calcolo delle tasse sia valutato sempre rispetto al tuo indirizzo (se risiedi in Italia, ad esempio sarà valutata l’IVA anche per i clienti stranieri) o se rispetto all’indirizzo del cliente finale.

Oltre alla normale tassazione, il sistema ti dà la possibilità di aggiungere delle aliquote per le spedizioni e ulteriori aliquote addizionali. Nella stessa schermata puoi indicare se far visualizzare ai clienti del negozio i prezzi comprensivi di IVA o meno.

e-commerce con woocommerce imposte

Dopo aver compilato la pagina, scegliendo tra le varie opzioni in funzione delle tue esigenze, clicca su Salva modifiche e spostati nella sotto-scheda Aliquote standard.

In questa pagina puoi inserire l’aliquota standard che deve essere applicata ai tuoi prodotti, ad esempio l’IVA la 22%. Fai clic su Inserisci riga all’interno della tabella. In Codice nazione inserisci il codice alfa-2 per l’Italia, ossia IT, in tasso scrivi 22, a Nome imposta assegna il nome IVA 22%, infine indica con un segno di spunta se vuoi che l’aliquota sia applicata anche alle spedizioni o meno. Al termine fai clic su Salva modifiche.

e-commerce con woocommerce iva

Esegui la stessa procedura nel caso tu voglia introdurre anche le aliquote ridotte e aliquote zero.

WooCommerce, configurazione dei metodi di pagamento

Dopo aver configurato le tasse, occupiamoci delle operazioni di checkout. Spostati, quindi, nella scheda Cassa. Nella sezione Processo di checkout  puoi indicare se attivare l’uso di codici promozionali (Buoni sconto), se abilitare le funzioni di carrello anche per gli utenti non registrati (Cassa) e se forzare il pagamento sicuro su connessione https (scelta assolutamente consigliata, bisogna disporre, però, di un certificato SSL).

e-commerce con woocommerce buoni sconto

In Pagine di checkout, indica le pagine del tuo sito WooCommerce che corrispondono al carrello, al checkout e ai termini e condizioni della vendita online. Puoi lasciare inalterata la sezione  Edpoints per il checkout. Spostati, quindi, in Metodi di pagamento.

e-commerce con woocommerce metodi pagamento

La tabella propone i 4 metodi principali: Bonifico Bancario, Pagamento con assegno, Contrassegno e PayPal. L’ordine di priorità può essere invertito semplicemente spostando su e giù le righe all’interno della tabella. Applica un segno di spunta al metodo che vuoi venga impostato di default.

Per configurare i singoli metodi di pagamento fai clic su Impostazioni o spostati direttamente dalle schede in alto alla pagina. Vediamo come prima opzione il Bonifico bancario.

All’interno della pagina di configurazione la prima voce ti consente di scegliere se abilitare o meno questo metodo di pagamento. Se scegli di abilitarlo, indica un titolo, una breve descrizione, delle semplici istruzioni che possano aiutare l’utente a comprendere come procedere e, infine, nella tabella Coordinate inserisci almeno i tre principali dati, quali il nome dell’intestatario del conto corrente, il nome della banca e l’IBAN.

Al termine fai clic su Salva modifiche. Devi eseguire la stessa procedura per i metodi di pagamento con assegno e contrassegno. Per quanto concerne PayPal, invece, ti verranno richieste le informazioni sul tuo account PayPal e le credenziali API, necessari per portare a termine il processo di trasferimento monetario.

A questo punto non ci resta che configurare le spedizioni. Non perdere, quindi, il prossimo post!

  • Pingback: 10 Plugin WordPress per pagare con PayPal - 1 - InternetPost.it()

  • stefy

    Io ho inserito dei codici promozionali, con l’opzione “sconti carrello” quindi quando un cliente acquista ed inserisce il buono sconto dovrebbe avere la scontistica applicata all’intero totale dell’ordine incluse le spedizioni, invece nel mio caso lo sconto viene applicato solo al prodotto, c’è una soluzione per far calcolare il buono sconto al totale ordine compre le spedizioni?

  • Sirya

    salve,

    ho un problema proprio con l’inserimento delle tasse dove, inserendo i dati e salvando, mi ha rindirizzato su una pagina di errore dove mi diceva che non trovava la tabella “wp_woocommerce_tax_rate_locations”. così facendo non riesco mai a ritornare nella sezione imposta -> Aliquote standard, poiché mi da sempre la pagina di errore. come posso fare?

  • Alessandro Ghilarducci

    Ciao, articolo molto interessante anzi uno dei più chiari sull’argomento. Ho una domanda cui non trovo risposta: è possibile definire aliquote differenziate in base alla modalità di pagamento? Es se cliente paga con PayPal applicare Iva al 10% mentre se il cliente paga con contrassegno applicare Iva al 22%
    Esiste un modo?

    • internetpost

      Ciao Alessandro, questo plugin (disponibile solo in inglese) potrebbe essere la soluzione che cerchi: http://bit.ly/2FlxvGz